Il Fondo Salva Casa è la soluzione alla crisi coronavirus

 Problemi con le rate del mutuo? Il Fondo salva-casa è la soluzione su misura per te.

fondo salva casa coronavirus

Indice

Il 25 dicembre 2019 è entrato in vigore il Fondo salva-casa, ovvero, “la rinegoziazione del mutuo”.

Grazie all’art. 41-bis viene data la possibilità al mutuatario di ottenere un finanziamento, con surroga nella garanzia ipotecaria esistente, da una banca terza, beneficiando dell’assistenza del Fondo di garanzia prima casa per la parte di debito rimanente.  

Questo fondo – istituito dal MEF-, fornisce garanzie sui finanziamenti ipotecari nella misura del 50% della quota capitale.

Se la banca creditrice ipotecaria di primo grado, ha avviato procedura esecutiva riguardante l’abitazione principale del debitore, il mutuatario potrà rinegoziare il mutuo come previsto dal D.L. fiscale a patto che sussistano condizioni specifiche.

Fondo Salva Casa:le condizioni

  • Il debitore dovrà essere un consumatore, o meglio, una persona fisica che agisce per scopi estranei all’attività imprenditoriale, commerciale, artigianale o professionale eventualmente svolta.
  • Il creditore, invece, dovrà essere un soggetto che esercita l’attività bancaria o una società veicolo.

L’accesso alla procedura richiede che:

  •  Venga collegato il credito a un mutuo con garanzia ipotecaria di primo grado sostanziale stipulato per acquistare un immobile nel rispetto dei requisiti per gli atti di trasferimento a titolo oneroso della proprietà delle case di abitazione (cfr. d.P.R. 131/1986);
  • per il credito sia pendente un’esecuzione immobiliare sul bene oggetto di ipoteca e il pignoramento sia stato notificato tra il 1° gennaio 2010 e il 30 giugno 2019.
  • L’istanza dovrà essere presentata entro il 31 dicembre 2021.

Attenzione!

Il debito complessivo non potrà superare i 250.000 euro e l’importo offerto non potrà essere inferiore al 75% del prezzo base della successiva asta. 

Il mutuatario restituirà l’importo rinegoziato con una dilazione non superiore a 30 anni dalla data di sottoscrizione dell’accordo. 

Fondo Salva Casa:chi paga le spese

Le spese sono carico del debitore, compreso le spese liquidate dal giudice, anche a titolo di rivalsa, che andranno rimborsate integralmente al creditore.

Se il mutuatario non riesce ad ottenere la rinegoziazione, potrà farsi assistere da un parente fino al terzo grado a cui il finanziamento potrà essere concesso.  

Fondo Salva Casa:la garanzia del Fondo speciale

La legge prevede che le rinegoziazioni e i finanziamenti vengano coperti dalla garanzia a prima richiesta, rilasciata da un’apposita sezione speciale del Fondo di garanzia prima casa.

Questa garanzia sarà concessa nella misura del 50% dell’importo oggetto di rinegoziazione ovvero della quota capitale del nuovo finanziamento.

Aspetta!

Ci sono tante altre possibilità per fare buoni investimenti con gli immobili in questo periodo.
Vuoi saperne di più?

Da questo momento puoi Contattare GRATUITAMENTE al numero +334 980 0738 un Esperto Consulente Immobiliare della Leone Re che sarà felice di darti tutte le informazioni di cui hai bisogno.

Vuoi restare sempre aggiornato con le informazioni delle Leone Re? Iscriviti ora GRATUITAMENTE alla newsletter tramite Messenger:  https://m.me/leonerealestate?ref=w8873976

PS: Presto riapriremo anche il Sabato dalle 09.00 alle 13.00 nelle nostre sedi:

CONTATTA ORA UN CONSULENTE IMMOBILIARE DELLA LEONERE – COMPRAVENDITA IMMOBILIARE VELOCE A ROMA!

CONDIVIDI SUI SOCIAL

Condividi su facebook
Condividi su linkedin
Condividi su pinterest
Condividi su print